eCommerce per i Professionisti del settore

Scoperte le «reti» cerebrali connesse ad atteggiamenti e stili di vita positivi

connect

È possibile mappare le reti “buone” del cervello, quelle cioè collegate a stili di vita e comportamenti positivi? Sì, secondo alcuni degli scienziati che fanno parte del progetto “Connettoma umano” (Human Connectome Project), maxi studio di imaging cerebrale da 30 milioni di dollari, finanziato dal National Institute of Health americano e guidato dalle Università di Washington, Minnesota e Oxford. Un super database che raccoglie le risonanze magnetiche funzionali di 1.200 soggetti sani con dati di approfondimento acquisiti da test e questionari. Sono stati presi in considerazione i report sulle connessioni cerebrali di 461 soggetti, confrontandoli con 280 diverse misure comportamentali e demografiche registrate per gli stessi partecipanti: cio che è emerso è che esiste una forte corrispondenza tra i tratti positivi e un particolare insieme di connessioni cerebrali. Queste connessioni sono diverse da altre che risultano invece correlate a condotte negative. La ricerca è firmata da un team di scienziati dell’Università di Oxford ed è pubblicata su Nature Neuroscience.

Continua a leggere su Corriere.it

0 Commenti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*