eCommerce per i Professionisti del settore

Dieta vegetariana, 5 abitudini da adottare

frutta_vedura1

Spesso, chi sceglie di seguire un regime alimentare vegetariano, conduce uno stile di vita sano. Diversi studi dimostrano, infatti, che mangiare frutta e verdura aiuta a restare in forma, a tenere la pressione sotto controllo e a ridurre il rischio di diabete. Chi non è disposto a rinunciare alla carne può, comunque, trarre insegnamento dal loro esempio, adottando alcune abitudini che fanno bene non soltanto ai vegetariani, ma a tutti quanti.

Verdura “piatto principale” – I vegetali vengono spesso cucinati come contorni, raramente come portate principali. Nell’immaginario comune, infatti, rappresentano il completamento di un pasto basato su carne, pesce o pasta. Dal momento che il 75% degli adulti assume una quantità giornaliera di vegetali inferiore a quella raccomandata, programmare la cena scegliendo la verdura come piatto principale potrebbe servire a cambiare mentalità e a incidere più efficacemente sulla dieta. Ne gioverebbe l’intero organismo: gli esperti evidenziano che aggiungere una sola porzione di verdure al giorno può ridurre il rischio di malattie cardiache fino all’11%.

Grassi di origine vegetale – Gli esperti consigliano di sostituire il burro con l’olio-extra vergine d’oliva e la maionese con l’aceto balsamico. I grassi di origine vegetale, infatti, riducono il rischio obesità e aiutano a tenere il peso sotto controllo.

Legumi – Diversi studi hanno dimostrato che consumare fagioli, piselli, ceci e lenticchie aiuta a perdere peso, riduce l’appetito e il grasso addominale, migliora l’assunzione complessiva delle sostanze nutritive, abbassa il rischio di diabete e di malattie cardiache. Inoltre, i legumi sono ottime fonti di proteine e sono ricchi di antiossidanti e fibre. Dal momento che gli studiosi consigliano di assumere la carne non più di una volta a settimana, un bel piatto di lenticchie o fagioli potrebbe rappresentare una valida alternativa alla bistecca.

Snack vegetariani – Di solito, chi segue un regime alimentare vegetariano tende a “mangiare sano” anche a merenda. Gli snack vegetariani per lo più sono costituiti da ortaggi conditi con olio extra-vergine d’oliva o guacamole, da barrette di cereali e da frutta fresca o secca. Chi desidera fare una pausa più “appagante”, può consumare qualche quadrato di cioccolato. È preferibile quello fondente, perché contiene una quantità maggiore di antiossidanti rispetto a quello al latte.

Fantasia in cucina – Chi ama inventare piatti nuovi, potrebbero cercare di inserire i vegetali nelle sue creazioni culinarie. Alcuni chef, per esempio, hanno creato dolci arricchiti con verdure, come il budino al cioccolato con fagioli, la torta al cioccolato con melanzane e la meringa ai funghi.

 

Articolo conpleto su © Il Sole 24 Ore (leggi l’articolo completo)

0 Commenti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*